Domenica 23 – Sondaggi finali

Quale sarà la prima domanda che vi salterà in mente appena svegli in una domenica di metà luglio?

No, non sarà il numero di birre che abbiamo bevuto ieri sera. Meglio non saperlo, sono conti scomodi. Nemmeno quanti giorni mancano alle vacanze, li stiamo contando da mesi e ormai ci abbiamo rinunciato. Non saranno nemmeno quanti gradi segna il termometro in fondo alla strada, tanto quello è sempre in pieno sole, sbaglierà di almeno 3 gradi. E nemmeno il numero delle innumerevoli sagre campestri che in questo periodo popolano le nostre province, anche a volerlo fare, perderemmo il conto. Non sarà nemmeno come mai il nostro vicino di casa la mattina si ostina ad ascoltare a tutto volume la colonna sonora di qualche musical americano.

Questa mattina ci sarà spazio soltanto per una domanda molto semplice: chi vincerà i Mondiali?

Li abbiamo visti un po’ a distanza, con la nostalgia delle panchine vuote e degli inni inesistenti. Ma proprio per questo, l’avvicinarsi della finale non può fare altro che portarci verso questo grande quesito. Stiamo con la Francia, o stiamo con la Croazia? Difficile decidere. Quest’anno, abbiamo tifato un po’ per tutti, anche per il Belgio che a un certo punto sembrava avere la meglio sui francesi. Poi abbiamo tifato anche per Panama, perchè ci sembrava giusto dargli una possibilità. Oppure perchè volevamo provare a tifare per qualcuno di diverso. Poi alla fine, abbiamo tifato per i tifosi, quelli con una birra in mano e il naso incollato a un monitor che se ne stavano seduti sulle sedie di plastica, sparpagliati davanti al dehor di qualche bar di quartiere. Tifavano per qualche squadra arrivata da lontano, forse nemmeno ci interessava quale, era bello soltanto vederli lì tutti insieme.

E adesso? Difficile scegliere. Certi sondaggi dicono che, tutta Europa tiferà per la Croazia, forse per la voglia di vedere qualcun’altro vincere. E poi, la Francia è già arrivata in finale diverse volte. Nemmeno i Rolling Stones, che avevano predetto i Mondiali dell’82 e del 2006, ormai ci prendono più. Quindi, non ci resta che lanciare in aria una monetina. Oppure no. Non ci resta che metterci comodi e aspettare le 17:00 di oggi.

Questa domenica, se non sarete in giro a godervi l’estate, se non sarete tra quelli che si sono messi sotto una pianta a fare la pennichella o tra quelli che sfidano il caldo e passeggiano tra le vie di qualche città d’arte, il divano vi aspetta per guardare la partita con un bel ventilatore.

IMG_3892

Pietrasanta (Lucca) – Piazzette italiane

Oppure, avrete una buona scusa per andare al bar sotto casa a guardare la partita. Indipendentemente da chi vincerà, potrete partecipare alla vittoria di una squadra che non è la vostra o rivivere un mondiale del passato. O ancora, potrebbe essere una bella occasione per fare amicizia con qualche croato o qualche francese. O magari con tutti e due. Sarebbe divertente sedersi tra loro e tifare tutti insieme. I mondiali non possono di certo dividerci, al massimo possono unirci.

 

Canzoni da ascoltare: Rolling Stones – Paint it Black

England United – On top of the World

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...