Domenica 49 – Involtini in festa

Avete appena finito di stappare l’ultima bottiglia avanzata dal cenone, riposto l’ultimo flute nella credenza, pronto per essere ritirato fuori l’anno prossimo. Non vi resta che trascorrere una nuova domenica sul divano, perchè è lì che si sta bene quando l’inverno ci mostra il suo lato meno divertente. Siete magari un po’ arrabbiati perchè non c’è niente di meglio da fare, o contenti invece, perchè tutto sommato la pioggia ci voleva. Le strade sono lucide come lastre di ghiaccio e riflettono fin troppo bene la luce dei lampioni e i fari delle auto. Bellissimo guardarle dalla finestra. Un po’ meno se le state dal casello dell’autostrada o dal treno. Anche se vi siete persi a guardare quella mamma con la figlia che pratica pattinaggio agonistico, vestita ancora in tuta e con i pattini che pendono dallo zaino, chissà se aveva vinto o perso. Sono uguali, quindi la parentela è evidente, ma è bello guardare quanto se la stanno raccontando, parlano senza sosta per tutto il viaggio, quasi non si vedessero da mesi.

Archiviati tutti i festeggiamenti del caso, vi siete però dimenticati che sta per iniziare un nuovo anno. Non siate pigri, dal 5 febbraio si festeggia il Capodanno cinese. A passo cadenzato e lento, arriva l’anno del cinghiale o del maiale di terra che dir si voglia. Si dice che l’anno cinese, suddiviso in uno zodiaco diverso dal nostro, inizi sempre con il secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno, siete quindi ancora in tempo per aprire i festeggiamenti. E anche per il Capodanno cinese vale la stessa regola del nostro: i giorni precedenti si fa pulizia di tutto quello che è vecchio e si dà una bella sistemata alla casa per fare spazio al nuovo. Così, se ve ne siete dimenticati un mese fa o non lo avete voluto fare per paura di lasciar andare il passato, potete farlo ora.

E poi, correte a comprare un’altra bottiglia e ritirate fuori il flute, tutti pronti a brindare. E se proprio non ne avete voglia, ordinate il vostro cinese take-away, così per passare la serata. Un involtino primavera non guasta mai, e nemmeno una bella passeggiata a Chinatown.

Questa domenica, se vi siete sentiti un po’ così perchè è piovuto troppo, se vi siete persi sul binario di una stazione qualunque perchè c’erano i lampioni spenti, se ancora non avete nessun programma e lo state cercando, fatelo anche voi, comprate una bella lanterna rossa. Ci voleva un altro pretesto per festeggiare, se no ci passa la poesia. Muovetevi, l’anno del maiale vi aspetta.

 

Da ascoltare: Arcade Fire – Afterlife

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...