Domenica 60 – Costruzioni inutili

Domeniche stonate vi augura buona Pasquetta. Ci sembrava un po’ troppo banale farvi gli auguri di Pasqua, più significativo farveli di una gioiosa Pasquetta.

Sicuramente, avrete già pianificato tutte le possibili gite fuori porta. Le grigliate sotto un cielo che diventa un po’ plumbeo e le scampagnate sui prati un po’ umidi, perché ci si illude sempre che a Pasquetta ci sia un bel sole splendente, ma spesso non è così. Però, a Pasquetta si vuole sempre fare una gita per cercare a tutti i costi un primo assaggio di vacanza. Senza pensare che le vacanze, quelle vere, arriveranno tra un po’ di tempo, ma non importa, tutte le scuse sono buone per andare da qualche parte.

Magari avete appena aperto l’uovo di Pasqua e dentro ci avete trovato qualcosa di inutile. Un portachiavi kitsch, una collana in plastica, un soprammobile in ceramica, un pupazzetto in pezzi componibili o un puzzle tascabile. Chissà perché, nelle uova di Pasqua c’è spesso qualcosa da costruire. E’ ancora più strano se pensiamo che prima di costruire la sorpresa, dobbiamo rompere l’uovo. E spesso, più il contenuto è di un’inutilità devastante, più non si può proprio fare a meno di mettersi lì a comporne i pezzi. Ci si perde sempre un po’ di tempo e a volte servono anche le istruzioni, altre volte, servirebbe perfino un ingegnere. Così, se avete già completato il vostro pic nic, già arrostito tutte le costolette sulla griglia, già finito l’arrosto e l’ultima fetta di torta pasqualina, il nostro augurio per questa Pasquetta non è una sorpresa, né di trovare un mazzo di margherite davanti a casa, né di trovare il sole anche se è prevista pioggia. Il nostro augurio è quello di costruire qualcosa. Se nell’uovo di Pasqua non c’era nulla, pazienza, potete pur sempre inventarvi una costruzione nuova e diversa. Dopotutto, se tutte le primavere sono un nuovo inizio e se la Pasqua è un passaggio, anche costruire qualcosa potrebbe essere molto utile.

Questa domenica è dedicata a tutti quelli che senza un libretto di istruzioni non sanno nemmeno da che parte iniziare, a quelli che ci mettono tutta la buona volontà, ma proprio non ci riescono a montare nemmeno l’ultimo dei Puffi. A tutti quelli che invece con grande pazienza, costruiscono cose e magari anche sogni. E a tutti quelli che oggi non sono a fare una picnic, o una gita, o una passeggiata, ma, ancora una volta, sono su un treno.

Dopotutto, anche questo lunedì è un po’ come se fosse domenica.

Da ascoltare: Yiruma – River flows in you

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...