Domenica 75 – Date reversibili

La tratta per Milano era avvolta nella nebbia. La tipa di fianco non smetteva un secondo di parlare al telefono ad alta voce. Rideva, poi parlava, poi saltava la linea e di nuovo richiamava. Cosa avesse di così importante da dire non è dato saperlo a nessuno. Ma, una cosa è certa: non bastava il volume al massimo dell’ultimo pezzo che passava su Spotify per nascondere il sottofondo della sua telefonata.

Avvolta nella nebbia. La Pianura Padana in questo periodo sembra sempre che debba dirci qualcosa. La maggior parte della gente detesta questa stagione. Il cielo grigio, l’aria intrisa di umidità, gli alberi scheletriti, il colore dell’erba che assomiglia di più al fango, che senso hanno nqueste giornate piatte? In realtà anche questo periodo dell’anno ha il suo perchè. Perchè sotto sotto, si capisce che la natura sta aspettando qualcosa. Certo, all’apparenza sembra tutto come prima. Sembra tutto abbandonato e in un qualche modo fermo. In realtà, tutto si sta preparando per qualcosa di nuovo, anche se è difficile crederci.

Siamo ufficialmente entrati nell’anno del Topo, ma i festeggiamenti per questo grande evento sono passati in secondo piano dopo le notizie sul Coronavirus. A sua volta, il Coronavirus è passato in secondo piano, superato in prima linea dalla data palindroma. Pare un evento irripetibile, anche se poi si scopre che ne capitano di frequente. E allora chissà, nel dubbio, vogliamo dedicarle questo articolo. Sarà belissimo, un giorno, vederne la data di pubblicazione: 02-02-2020.

E poi, lo dedichiamo a tutte le domeniche di nebbia e ai vicini di treno molesti. A quelli che si preparano a scendere, vestiti di tutto punto, almeno 15 minuti prima, quando il treno è ancora in corsa e la stazione è lontana. Forse sperano di accelerare i tempi, ma in realtà rallentano solo il flusso della discesa. Intasando il corridoio. A quelli che non ti aiutano con la valigia e probabilmente aspettano che ti caschi in testa.

A tutte le volte che c’è stata una data palindroma, ma ce ne siamo completamente dimenticati, o abbiamo sperato che succedesse qualcosa di esaltante, anche se poi non succedeva niente. In ogni caso, abbiamo ancora  una possibilità, e non è quella di aspettare il prossimo avvenimento cosmico, nemmeno di tornare a leggere notizie tragiche su guerre ed epidemie. Una sola, certo, forse pure una su un milione, che quella data, potrebbe essere il nostro numero vincente al super enalotto.

Da ascoltare – Belle&Sebastien – Another sunny day

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...